Uno sguardo verso il Mediterraneo - il cuscus tfaya e il msemen in Marocco

Uno sguardo  verso il Mediterraneo -  il cuscus tfaya e il msemen in Marocco

28.08.2016

 Marocco: cuscus tfaya con cipolle caramellate

  • 1kg di cuscus fino
  • 1kg di carne di agnello
  • 1kg di cipolle
  • 3 uova sode
  • 2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio
  • 1 cucchiaio di  burro salato marocchino  (smen)
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • 3 stecche di cannella
  • 2 pizzichi di zafferano
  • ½ cucchiaino di zenzero
  • 4 chiodi di garofano
  • 200g di uva passa
  • 200g di mandorle pelate, tostate e tritate
  • sale e pepe

Preparazione:

Nella parte bassa della cuscussiera, mettere la carne, metà delle cipolle tritate finemente, le spezie e un bicchiere d’acqua. Portare a ebollizione e lasciar cuocere per un’ora e mezza.

Preparare il cuscus e contemporaneamente lasciare in ammollo l’uva passa in acqua fredda con un cucchiaio di acqua di fiori d’arancio per circa dieci minuti. Passato questo tempo, in una padella versare lo smen, il resto delle cipolle tritate, lo zucchero, un cucchiaio di acqua di fiori d’arancio, un mestolo di brodo di carne e far rinvenire le cipolle fino a quando non saranno caramellate. Aggiungere in fine l’uva passa sgocciolata e lasciar dorare ancora dieci minuti, fino a completo assorbimento del liquido.

Su un piatto da portata, disporre il cuscus e al centro alcuni pezzi di carne. Sul resto del cuscus, disporre le cipolle caramellate con l’uvetta e le uova soda tagliate in spicchi. Bagnare il tutto con un po’ di brodo di carne. Infine, cospargere con le mandorle tritate.

Servire il cuscus tfaya in tavola accompagnato dal resto del brodo.

 

il msemen, pane sfogliato!

Che cosa serve:

  • 400g di farina
  • 150g di semola fine
  • 100g di burro
  • 50ml di olio
  • 1 cucchiaino di sale
  • ½ cucchiaino di lievito
  • acqua tiepida

Come si prepara:

Mescolare la farina, 100g di semola (lasciarne 50g per la sfogliatura), il sale e il lievito.

Aggiungere acqua tiepida a poco a poco e in quantità sufficiente per ottenere una massa omogenea, morbida ed elastica.

Formare delle palline di massa della grandezza di un albicocca e ungere con olio.

Avendo cura di avere sempre le dita un po’ unte, lavorare ogni pallina su un piano e stenderla fino ad ottenere un foglio di pasta molto fino, quasi trasparente.

Cospargere un po’ di semola sopra questo primo foglio e quindi procedere alla piegatura: chiudere verso l’interno il lato destro e quello sinistro del foglio, andando a formare un rettangolo lungo; dopo di che spalmare poco burro sulla superficie; cospargere con altra semola e infine ripiegare i lembi esterni verso l’interno, fino a formare un panetto quadrato.

Ripetere la stessa operazione per tutte le palline di pasta. Una volta formati tutti i panetti, stenderli con le mani fino ad ottenere dei quadrati di pasta larghi e spessi.

Far scaldare una padella e cuocere ogni msemen da entrambe i lati per pochi minuti.

Servire caldi o freddi. Sono ottimi per la colazione o come pane per uno spuntino salato.

 

Cerca nel sito