Serie A: Napoli Milan 3-2, rimonta show degli azzurri. Gattuso 2-0 sul maestro, ribaltone con doppio Zielinski e Mertens

 Serie A: Napoli Milan 3-2, rimonta show degli azzurri. Gattuso 2-0 sul maestro, ribaltone con doppio Zielinski e Mertens

26 agosto 2018     08:35

Posted by Domenico Salvatore-

Nuova vittoria in rimonta del Napoli, che dopo la Lazio piega anche allo stesso modo anche il Milan, conquistando al San Paolo altri tre punti che lo mantengono a fianco della Juventus in testa alla classifica. Il 3-2 finale è l'esito di una partita a due facce. Il Milan, con le reti di Bonaventura nel primo tempo e Calabria a inizio ripresa sembrava in pieno controllo, ma ha subito quasi subito la rete del 2-1 con Zielinski e si è disunito, consentendo al Napoli di prendere coraggio e fiducia fino al pareggio ancora col polacco. Carlo Ancelotti non ha mai perso la calma e nel finale ha inserito Mertens, autore della rete di una vittoria meritata. Esordio in chiaroscuro in campionato per i rossoneri di Gattuso, dimostratisi fragili nel momento chiave della gara.

I GOL
Napoli-Milan 3-2:
al 35' del st, bel filtrante di Diawara per Allan, cross sul secondo palo per Mertens che batte Donnarumma
Napoli-Milan 2-2: al 22' del st, Callejon batte un angolo, la difesa ribatte fuori, dove pero' c'e' Zielinski che pesca il jolly
Napoli-Milan 1-2: all'8' del st, ennesima esitazione di Biglia al limite dell'area, ne approfitta Zielinski che batte Donnarumma
Napoli-Milan 0-2: al 4' del st, grande possesso palla del Milan che sfocia nell'assist di Suso per Calabria, che trafigge Ospina
Napoli-Milan 0-1: al 15' del pt, cross di Suso sul secondo palo per Borini, sponda per Bonaventura, che si inventa un gran gol.

Il racconto del match - Tra il maestro e l'allievo prevale il primo. Ancelotti batte Gattuso, ma la sfida è difficile e complicata e il Napoli deve compiere un mezzo miracolo per avere ragione del Milan. All'inizio della ripresa i rossoneri sono in vantaggio per 2-0 e ci vuole una straordinaria rimonta, concretizzata da una doppietta di Zielinski e da un sigillo di Mertens, per regalare agli azzurri la seconda vittoria consecutiva in campionato. La partita è in salita per gli uomini di Ancelotti. Come era già avvenuto sabato scorso con la Lazio i padroni di casa lasciano inizialmente troppo campo agli avversari. Il Milan fa registrare una prevalenza nel controllo del gioco anche se non tira in porta, per tutti i primi 45' minuti, che una sola volta, in occasione del gol di Bonaventura, servito da Borini. Il Napoli non fa pressing a centrocampo sulla spinta avversaria. Gli azzurri lasciano troppo l'iniziativa al Milan e quando comincia l'azione della squadra di Ancelotti è sempre dalla propria linea mediana, per cui c'è troppa distanza da coprire per arrivare all'area di rigore avversaria.

Percorrere quei 30-40 metri dà il tempo di recuperare al Milan che nel momento decisivo dell'azione ha sempre la difesa schierata. Nonostante qualche balbettio dal punto di vista tattico, la squadra di Ancelotti costruisce un paio di occasioni da gol, ma il pareggio non arriva e anzi è proprio il Milan a raddoppiare quando la ripresa è ppena cominciata, grazie ad una percussione a destra di Calabria che conclude con un rasoterra sul quale il debuttante Ospina appare lento di riflessi. A questo punto viene fuori il Napoli che reagisce con veemenza a una situazione di grande difficoltà e che trova in Zielinski il migliore interprete di questa forte voglia di riscatto. All'8' e al 21', con due conclusioni precise e tempestive, il palacco regala il pareggio alla sua squadra. Ancelotti, intanto, ha cambiato tatticamente la partita, inserendo Mertens al posto di Hamsik e schierando un 4-2-3-1 che sbilancia la squadra ma al contempo la rende più pericolosa. Ed è proprio Mertens a dieci minuti dalla fine a mettere a segno il gol della vittoria. Il Milan tenta di reagire. Gattuso inserisce anche Cutrone al fianco di Higuain, come al solito fischiatissimo dal pubblico del San Paolo, la i rossoneri non riescono mai a rendersi pericolosi in un finale di gara in cui è invece il Napoli ha sfiorare in un paio di occasioni, con Insigne e Mertens, la quarta marcatura. Sarebbe stata però una punizione troppo severa per i milanisti. Fonte Ansa

Cerca nel sito