Reggio Calabria, arrestato dalla Polizia, ABDURRAHMAN Hamid, classe ’89, di nazionalità marocchina, destinatario di un Ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano in data 6 febbraio 2013

Reggio Calabria, arrestato dalla Polizia, ABDURRAHMAN Hamid, classe ’89,  di nazionalità marocchina, destinatario di un Ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano in data 6 febbraio 2013

 

 

QUESTURA DI REGGIO CALABRIA

Ufficio Relazioni Esterne e Stampa

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

La Polizia di Stato arresta un cittadino marocchino,

 sbarcato presso il porto di Reggio Calabria, ricercato dal 2013

 

 

Nell’ambito delle attività investigative condotte in occasione dello sbarco avvenuto lo scorso 2, agosto presso il porto cittadino, di 694 migranti, giunti a bordo della nave della Marina Militare “Cigala Fulgosi”, la Squadra Mobile reggina ha assicurato alla giustizia il cittadino marocchino ABDURRAHMAN Hamid, classe ’89, attivamente ricercato da più di 3 anni, in quanto destinatario di un Ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano in data 6 febbraio 2013.      

Il predetto, infatti, era stato condannato definitivamente a 8 anni di reclusione per i reati di rapina aggravata e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, perpetrati nel 2008, allorquando si trovava a Milano. Sin dal 2013 il marocchino, avendo fatto perdere le proprie tracce, abbandonando finanche il territorio nazionale, era attivamente ricercato dalle Forze dell’Ordine. 

Al momento dello sbarco, ABDURRAHMAN Hamid ha fornito generalità diverse da quelle con cui era già stato identificato in passato, verosimilmente per eludere le ricerche nei suoi confronti. I riscontri emersi dai rilievi foto-dattiloscopici, cui è stato sottoposto presso il locale Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, tuttavia, hanno accertato, in modo incontrovertibile, la sua reale identità confermando, altresì, che si trattava dell’uomo ricercato da tempo.

L’arrestato, al termine degli adempimenti di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Arghillà, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

Reggio Calabria, 5 agosto 2016

Cerca nel sito