Patatraaaaaccc....Brexit!

Patatraaaaaccc....Brexit!

di Francesco Jachino  - 05.07.2016  ore14.00 -

Il columnist  -  

 

Dopo il patapunfete della 'perfida Albione'

BEPPE GRILLO  (M5STELLE), RESTIAMO IN EUROPA MA TORNIAMO ALLA VECCHIA LIRA

Brexit pragmaticità inglese, con una parola dice quanto, in italiano, ne servirebbero quattro.  

 Brexit, coraggio ( e che coraggio!! ) di una scelta rimembranze di antichi splendori, magnifiche bianche scogliere di Cornovaglia.                                                                                                                           

Brexit, la spada è ormai estratta dalla roccia e Lancillotto Farage non cerca la sua amata Ginevra ma la  fuga dall'odiata Europa e.......Brexit anche dagli Europei.                                                                         

Vuoi vedere che noi italico popolo d'antica schiatta latina, ci scopriamo d'un colpo meno farlocchi d'altre genti che sulla saggezza pragmatica han costruito la loro storia.                                                         

Un proverbio inglese, forse uno dei più inglesi, dice: Se non puoi battere il tuo nemico alleati con lui ;    ecco questo dà il senso pratico degli anglo-sassoni, questa volta però l'Europa, tutt'altro che nemica ,  era indicata tale dal Salvini locale quel tal Farage, dispensatore di odio e paure verso gli altri.                 

 Le Falkland furono un trionfo; ma qui, non c'è il Don Chisciotte sudamericano generale Leopoldo Galtieri, qui ci si ritrova che, a scrutinii ancora non ultimati, i granbretoni erano già pentiti della scelta fatta.   

Può essere un esempio per noi contro i venditori di fumo nostrani, inoltre rammentiamo che " Mens   agitat molem " è lo spunto che ci dà l'Eneide.                                                                                           

Ecco: è la mente che manca da quelle parti; ricordate quando inneggiavano all'inesistente Padania?   

Dicevano ci avercelo " durrro " e voi, con malizia, chissà a cosa pensaste, ma loro era del cervello che parlavano.                                                                                                                                                  

Persino Grillo ha capito la tranvata presa dagli inglesi e ora parla di restare in Europa ma di tornare alla cara vecchia lira; operazione di grande lungimiranza che io estenderei oltre : propongo che dalla linea da Civitella del Tronto a Gaeta ,confine borbonico fino al 1860 in giù si torni al ducato, al tornese,  al tarì e al grano giusto per far vedere che guardiamo più avanti degli altri. 

 

Cerca nel sito