L'angolo della satira a cura di Francesco Iachino/Personaggi in cerca d'autore/CERCASI PREMIER DISPERATAMENTE

17 maggio 2018     23:28

Posted by Domenico Salvatore-

******************************

 

L'angolo della satira

Risultati immagini per angolo della satura

 

CERCASI PREMIER DISPERATAMENTE 

di Francesco Iachino                                      

Per il calendario cinese questo è l'anno del cavallo, in Cina magari, qui è invece l'anno del drago, o meglio dei draghi; al bar del "Giam-  bellino" di Gaber ce n'era uno solo, il "Cerutti", dalle parti della politica invece hai voglia; quindi" si accomodiscano siori! "il circo riparte".

Il carrozzone và avanti da sè/Con le regine i suoi fanti i suoi re/Ridi buffone per scaramanzìa......./è ripartito il carrozzone, non quello di Renato Zero, qui pochi fanti, nessun re, nessuna regina, buffoni a iosa.                                                                       

"Altro giro altro regalo!!!"gridavano gl'imbonitori di un tempo, qui altro giro "autru tronu i mala viduta "ma nessuno tema per loro, non si suicideranno certo per la vergogna dotati come sono di maestrìa eccelsa nell'addossare le colpe ad altri sempre e "quantunquemente" secondo gl'insegnamenti del Cetto nazionale.                                                                                                                                              

"Dia l'incarico a me!! " tuonava il Padano redento Salvini, forse aveva in programma un viaggio a Lourdes visto che solo da un miracolo poteva sortire per lui una maggioranza anche se risicata mentre il "Cavalier Zavorra" (sarcasmo di addetti ai lavori) si autoinvitava:"Vengo anch'io" ma dal granitico Jannacci-Di Maio veniva un netto" No tu no!!!"                                                                     

Ma il tempo delle scaramucce passa e il drago che è in loro si desta e fa capire, persino a loro che un governo comunque ci ha da essere (in realtà non di un drago trattasi ma di Mattarella sotto mentite spoglie); tiriamo così un sospiro di sollievo noi poveri mortali elettori e prepariamo pinne, fucili, occhiali, bermude, infradito e ombrelloni per il nostro relax al mare possibilmente senza le solite irriguardose smargiassate pseudo politiche.                                                                                                                                                

Speravano i quasi vincitori che tirar su un governo fosse come per il prestigiatore tirar fuori un coniglio dal suo cilindro ma trascorsi, ad oggi 16 maggio, settantatre giorni dalle elezioni la sensazione è che "a cira squagghia e u Santu non camina" per cui, magnanimo ma infastidito il Colle concede i minuti di recupero, magari poi i supplementari e i rigori.                                                                     

"Aspetta e spera che già l'ora s'avvicina...."così cantavano i fascisti per Faccetta nera; a loro buttò male qui però la Provvidenza (a orologeria?) è parsa venir loro in aiuto, il Giudice, come le fate delle favole, sentenzia che il Cavaliere deve ritenersi ricandidabile e con un tocco di bacchetta magica rieccolo lindo e candeggiato pronto a gentile richiesta a rifare il premier, non è gradito a tutti i vincitori ma tant'è che "chistu passa u cunventu".                                                                                                                                              

Quando si dice "Non c'è furtuna pi galantomini" da Torino un'altra tegola : si chiede il processo per i soldi che passa alle Olgettine lui dice, vedi la misericordiosa generosità, per aiutarle a trovarsi un lavoro, anche se sono bravissime nel lavoro più antico del mondo, è la tesi sostenuta con fervore anche dalla "zia di Moubarak"(seconda carica dello Stato).                                                                  

Allora, ultima possibilità la "staffetta" ma qui ci vuole un rapporto di fiducia mica da poco: e se quello che fa il Premier per primo fa passare per prima le leggi che interessano a lui e poi alla romana "t'ammolla 'na sola" e rompe l'alleanza? A scatola chiusa solo Arrigoni diceva una vecchia pubblicità.                                                              

Francesco Iachino 16 maggio 2018

Cerca nel sito