Due diversi approcci di fronte alla tragedia di Puglia: Il presidente Oliviero, la Consigliera Flora Sculco.

Due diversi approcci di fronte alla tragedia di Puglia: Il presidente Oliviero, la Consigliera Flora Sculco.

13.07.2016  19.30 - 

 

La solidarietà del presidente Oliverio al Governatore della Puglia Michele Emiliano e alle famiglie delle vittime.

Il presidente della Regione Mario Oliverio che ieri, appena appresa la notizia della tragedia ferroviaria verificatasi tra Andria e Corato, aveva immediatamente espresso  vicinanza e solidarietà al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e alle famiglie delle vittime tramite un tweet ("Un abbraccio a @micheleemiliano e a tutti i cittadini pugliesi. Vi siamo vicini. ‪#‎puglia"), questa mattina ha sentito telefonicamente il presidente Emiiano a cui ha rinnovato, anche a nome di tutti i calabresi, il dolore e il cordoglio per la tragedia che ha colpito i suoi concittadini.

Nel corso del breve colloquio telefonico il presidente della Giunta regionale calabrese ha manifestato totale disponibilità a qualsiasi eventuale tipo di intervento d’aiuto dovesse rendersi necessario.

Emiliano, profondamente addolorato e colpito per quanto accaduto, ha ringraziato Oliverio e, tramite lui, tutti i calabresi per la vicinanza, l’affetto e la solidarietà mostrata, anche attraverso i social network, sin dai primi istanti in cui si è diffusa la notizia della tragedia. f.d.

 

Fonte Ufficio Stampa Giunta Reg. 

Solidarietà Sculco (Cir) ai familiari vittime tragedia in Puglia  

"Esprimo solidarietà alle famiglie dei morti e feriti nello scontro fra due treni in Puglia. Ma avverto anche amarezza e rabbia". E' quanto sostiene la consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco, che aggiunge: "Amarezza e rabbia, per questa tragedia 'inammissibile', come l'ha definita il Presidente della Repubblica. Non è questo il tempo per sottolineare le inadempienze, i ritardi e le tante ragioni del Sud che continua ad arretrare mentre altre aree sono sempre più vicine, grazie a investimenti in infrastrutture e tecnologie, all'Europa. E' necessario - conclude -, apprendendo anche dalle tragedie, rivedere le strategie delle classi dirigenti (politica e sistema imprenditoriale pubblico  e privato) che fin qui hanno trascurato  un'area del Paese in cui vivono 20 milioni di cittadini".    

 

 

 rp                                                                     Fonte Ufficio Stampa Reg. Calabria

Cerca nel sito