CROTONE: Investe pedone e fugge. I Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro arrestano il “pirata” della strada.

CROTONE: Investe pedone e fugge. I Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro arrestano il “pirata” della strada.

5.08.2016 

 

CROTONE: Investe pedone e fugge. I Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro arrestano il “pirata” della strada.

Nel pomeriggio del 3 agosto 2016, in località Poggio Pudano del Comune di Crotone, lungo la SS106, un veicolo PIAGGIO Porter, di colore bianco, investiva una giovane 23enne del posto che stava attraversano la trafficata arteria stradale.

Il conducente, senza fermarsi per soccorrere la malcapitata, si dava  a precipitosa fuga, nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Nell’impatto, la giovane riportava diversi traumi e contusioni giudicate guaribili in 10 giorni s.c. mentre il veicolo “pirata” perdeva lo specchietto retrovisore esterno del lato destro.

La Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone - 112, che gestisce il servizio del pronto intervento, attraverso complessi accertamenti telematici, combinati con la visone delle varie telecamere di sorveglianza, riusciva ad individuare il veicolo e identificarne il proprietario riuscendo a diramare le ricerche    per il rintraccio del PIAGGIO Porter dopo soli 30 minuti dal sinistro.

Grazie all’operato della Centrale Operativa, i militari della Compagnia di Petilia Policastro,   rintracciavano prontamente il conducente, I.F. di anni  40, pregiudicato, residente a Petilia Policastro.

L’uomo è stato bloccato presso la propria abitazione dai militari dai militari dell’Arma, i quali rinvenivano anche il veicolo coinvolto nell’investimento, che presentava danni perfettamente compatibili con il sinistro stradale, precisamente risultava privo dello specchietto retrovisore esterno destro e con ammaccature recenti sulla carrozzeria anteriore destra.

I militari accertavano che I.F. era gravato da precedenti specifici per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e reati in  materia di armi, quindi decidevano di effettuare una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dello stesso, rinvenendo circa 15 grammi di hashish, 5 grammi di eroina ed un flacone di metadone, unitamente ad oggetti per la pesatura ed il confezionamento della sostanza stupefacente.

Il 40enne, sottoposto  accertamenti medici presso l’Ospedale di Crotone, risultava positivo per l’assunzione di morfina e THC.

Espletate le formalità di rito, I.F. veniva dichiarato in stato arresto presso il proprio domicilio, così come disposto dal Procuratore della Repubblica di Crotone, Dott. Giuseppe CAPOCCIA.

Nella mattinata odierna, dinanzi al GIP di Crotone si terrà l’udienza di convalida dell’arresto.

LEGIONE CARABINIERI “CALABRIA”

Comando Provinciale di Crotone

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

Cerca nel sito