Calcio in Calabria/Il Borgo Grecanico (Melito Porto Salvo-RC), rispescato in Prima Categoria?

Calcio in Calabria/Il Borgo Grecanico (Melito Porto Salvo-RC), rispescato in Prima Categoria?

13 agosto 2018     16:58

Posted by Domenico Salvatore-

Non solo non è una posizione scomoda od umiliante, ma fa acquisire un sacco ed una sporta di diritti

QUANDO, ARRIVARE TERZO IN CLASSIFICA FINALE PUO' SIGNIFICARE IL PARADISO

MELITO PORTO SALVO (RC)-"Ma dove vuoi arrivare, Antonio Cormaci, con questa squadra di brocchi e ronzini, in Prima Categoria?". Così si esprimevano sei anni fa i polemologi ed i principi del gossip del Corso Garibaldi.

Il presidente del tempo, l'inossidabile Gianni Villari, eroe di mille battaglie nell'Omega Vallata Bagaladi San Lorenzo (Eccellenza calabrese) ed in serie D con la Valle Grecanica, era uno di quelli che ci credeva e che aveva tanta fiducia in mister Cormaci, senza nulla togliere a Peppe Mercurio.

 

Orbene, ha ragione lui. Ha sempre avuto ragione da vendere, lui. Viva Antonio Cormaci, che ha riportato a Melito Porto Salvo, il calcio che conti. Certo ancora manca l'ufficialità, che si attende da un minuto all'altro, ma gli addetti ai lavori ritengono che la cosa, sia fatta ormai al 100 %.

L'abbiamo visto in questi anni nascere e crescere. Ha carattere e personalità da vendere. Altro che santone e guru. E' un mago della panchina. Un piccolo principe della psicanalisi, che sa insegnare ai suoi allievi. come gestire le emozionii, lo stress e l'ansia.

Ora con il dolce e la tenerezza, ora con l'amaro; ma qualche volta, anche con il salato e l'acido. Ha sempre la parola giusta a misura di ragazzo. Ma soprattutto conosce il suo mestiere; si aggiorna, legge, scrive e studia ed ha l'umiltà di imparare, perchè come diceva Seneca, docendo discitur.

Ora Paolo Gurnari, general manager della società melitese, può contattare le persone, calciatori vincolati, ma anche svincolati od in possesso del proprio cartellino e cominciare ad inserire quelle pedine utili e necessarie.

In Prima Categoria, c'è un altro pianeta, ciò è pacifico. Sarebbe sterile ed improduttivo, se non controproducente, mettere la testa sotto la sabbia per non vedere.

Il giovene e dinamico trainer Antonio Cormaci, come tutti gli sportivi sanno, ha giocato al pallone, ma poi ha intrapreso la carriera di allenatore. In Terza e Seconda Categoria. Ma anche in Prima Categoria, Promozione ed Eccellenza. Dirige una scuola calcio con impareggiabile maestria.

Ha vinto, a livello giovanile: a Palmi, quando Giuseppe Carella allenava la prima squadra, a Melito, a Saline ed a Bagaladi, ma anche con il 'suo' Borgo, scripta manent verba volant.

Gli allori, la gloria, la nomea, la fama, fanno bene al morale ed alla salute, ma lui, guarda sempre avanti. Conosce il mondo del dilettantismo calabrese, come pochi altri.

Domenico Salvatore

 

 

 

 

 

Cerca nel sito