Bova Marina, Crupi e Plutino aprono le danze per “La Notte Bianca 2016”

Bova Marina, Crupi e Plutino aprono le danze per “La Notte Bianca 2016”

13.08.2016   8:40  - 

Al via, domenica 14 agosto la Notte Bianca. Dalle 21,00 fino alle prime luci dell’alba  i negozi resteranno aperti  e la via Nazionale si trasformerà in una unica isola pedonale. Spettacoli
musicali e folkloristici, giochi, artisti di strada, rappresentazioni teatrali, stands gastronomici  e di artigianato e musei aperti.
 

Questi sono gli ingredienti  che allieteranno  turisti e non. Un’iniziativa organizzata dall’Amministrazione comunale, in collaborazione  con la Consulta giovanile  e gli  operatori
commerciali.

 

“ La notte bianca è diventato l’appuntamento clou dell’estate bovese – ha esordito Vincenzo Crupi, Sindaco della cittadina jonica – e  quest’anno la kermesse sarà ancora più ricca di appuntamenti.

Voglio ringraziare i commercianti  che sostengono gli oneri economici di questa iniziativa,  fiore all’occhiello dell’area grecanica. La notte bianca rappresenta  una vetrina importante per promuovere i prodotti locali.”

 

“Tutti devono dare il proprio contributo – ha detto Beatrice Dieni, rappresentante degli operatori commerciali, alla riuscita di tali iniziative che rappresentano un richiamo per i  turisti e consente a noi di poter far conoscere i nostri prodotti”

 

Leo Plutino, Presidente della Consulta giovanile, è entrato nel merito dell’iniziativa, illustrando il programma : “Il via alle ore 21.30, a  Piazza Municipio con la commedia  teatrale  “
Asimenzamiraculusa” a cura di Palcoscenico 91. Sul Ponte d’Andrea dance time  con il Centro studi danza di Sabrina Maisano. Alle 22.30 in Piazza Stazione ci sarà  la tappa del Paleariza, festival etnico itinerante dell’area grecanica con lo spettacolo   di “Ciccio Nucera e i cumelca”.

 

Alle 22.30 a Piazza Municipio  presentazione della Polisportiva Bovese. Nonni sprint, “Reedenceclear water revival”, “Road house rock band” e il gruppo flokloristico “Stella del mare” si esibiranno a Piazza Don Bosco. Lungo la Via Nazionale  artisti da strada, trampolieri, giocolieri, mangiafuoco cabaret, stand gastronomici e di artigianato. Saranno aperti il Museo agro-pastorale dell’area grecanica , la mostra d’arte “Callurghia” e la mostra di pittura dell’Università della terza Età. Gran finale con il classico
“balluducamiddu”.

 
 

 

Cerca nel sito