Attività di contrasto alla produzione di sostanze stupefacenti/ Bagnara Calabra, Domenico Furina e Antonino Romeo, arrestati dai Carabinieri e dal SECC, e ristretti in casa

Attività di contrasto alla produzione di sostanze stupefacenti/ Bagnara Calabra, Domenico Furina e Antonino Romeo, arrestati dai Carabinieri e dal SECC, e ristretti in casa

-03 08 2016-Comunicato Stampa

 

BAGNARA CALABRA (RC) – Nella ore pomeridiane del 02 Agosto u.s., nell’ambito di una mirata attività di contrasto alla produzione di sostanze stupefacenti, i militari del Comando Stazione Carabinieri di Bagnara Calabra, unitamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, hanno  tratto in arresto FURINA Domenico, cl. 1957, e ROMEO Antonino, cl. 1980, entrambi già noti alle FF.OO., poiché responsabili del reato di coltivazione di sostanza stupefacente.

In particolare, in quella località Pellegrina, i militari hanno individuato un appezzamento di terreno ove sono state rinvenute nr. 100 piante di canapa indiana, dall’altezza media di circa 3 metri, poste a dimora su più terrazzamenti in una porzione di terreno di circa 200 mq, delimitata da recinzione e dotata di un articolato sistema di irrigazione.

E’ stato, quindi, subito intrapreso un mirato servizio di osservazione e controllo dell’area, finalizzato ad identificare i responsabili della realizzazione dell’illecita coltivazione. Gli sforzi dei militari sono stati premiati alle ore 16.30 circa del 02 Agosto u.s., quando i predetti FURINA e ROMEO sono stati sorpresi mentre cercavano di avvicinarsi alla piantagione, nascosta tra la fitta vegetazione.

Sul posto venivano inoltre rinvenuti attrezzi agricoli di vario tipo ed altro materiale utilizzato per irrigare la piantagione, che è stata immediatamente estirpata e distrutta dai militari dell’Arma.

I soggetti, pertanto, sono stati tratti in arresto e ristretti presso le rispettive abitazioni, in attesa del giudizio direttissimo.

Cerca nel sito