Melito/Prunella - Erogazione dell'acqua potabile discontinua e con pregiudizio per la salute

Melito/Prunella - Erogazione dell'acqua potabile discontinua e con pregiudizio per la salute

17.07.2016   

 di Francesca Martino -  

I consiglieri comunali Antonina Iaria e Carmelo Minniti a seguito delle numerose richieste pervenute da parte di cittadini della frazione di Prunella che lamentano l’interruzione frequente e prolungata (solitamente due giorni) della fornitura di acqua per uso umano, hanno presentato in data 12 luglio u.s. un’interrogazione urgente a risposta scritta per conoscere le cause dei ripetuti guasti che stanno creando così tanti disagi alla popolazione.

 

L’occasione si è resa inoltre propizia per chiedere lumi circa gli interventi previsti già lo scorso anno (nel piano triennale delle opere pubbliche licenziato dall’amministrazione a luglio del 2015) per il ripristino e l’adeguamento normativo dei due serbatoi: di Prunella e di Pentedattilo.

Infatti, come evidenziano i consiglieri, già nel 2013 il responsabile dell’Area 5^ Tecnico Manutentiva aveva segnalato all’amministrazione che dai sopraluoghi effettuati era emerso che i serbatoi di Pentedattilo e Prunella erano privi di impermeabilizzazione sia interna che esterna per cui i serbatoi in parola erano da ritenersi non conformi alle norme igienico sanitarie.

 

“Si rendeva pertanto necessario ed urgente realizzare i lavori di impermeabilizzazione al fine di adeguare i serbatoi sia al rispetto delle norme igienico sanitarie e di eliminare le future probabili infiltrazioni di acque sia interne che esterne che a lungo termine sicuramente avrebbero danneggiato le strutture dei serbatoi – dichiarano i consiglieri Carmelo Minniti e Nina Iaria -

Allo stato attuale sembrerebbe quindi che, laddove i lavori non fossero stati ancora eseguiti, l’acqua per le suddette frazioni arrivi direttamente dai pozzi con possibile grave pregiudizio per la salubrità del prezioso liquido e di conseguenza per la sicurezza e la salute dei cittadini.

Considerato che è dovere dell’amministrazione garantire con ogni mezzo la tutela della salute dei propri cittadini, ed essendo trascorso infruttuosamente oltre un anno dall’insediamento della giunta Meduri, abbiamo ritenuto doveroso chiedere chiarimenti circa lo stato di avanzamento delle procedure per la realizzazione dei lavori “necessari ed urgenti” (per un ammontare complessivo di circa 219.000 euro) e comunque di attribuire alle opere di che trattasi la massima priorità rispetto ad altre contingenze certamente meno urgenti e quindi rinviabili”.

Cerca nel sito