Non solo Istituzioni e Associazioni in campo per la sicurezza stradale. La “guerra” che si combatte ogni giorno sulle nostre strade porta con sé il suo triste numero di vittime che dopo una parvenza di diminuzione sta tornando a crescere. Uno scenario del genere non può passare inosservato, tocca le coscienze delle persone sensibili come per lo scrittore etico Fabio Bergamo, che da molti anni è impegnato sul fronte della sicurezza stradale.

Le sue proposte, hanno ricevuto l’apprezzamento del ministero dei Trasporti, e spaziano dalla segnaletica stradale con il miglioramento dell’efficacia informativa, alla sicurezza degli utenti deboli, come ciclisti e pedoni, fino all’educazione stradale per le scuole e le autoscuole.
Il lungo elenco delle proposte di Bergamo comprende, tra l’altro, lo “Stop Avanzato” che perfeziona la disciplina dello stop mettendo in comunicazione i veicoli che hanno la precedenza con quelli che intendono impegnare l’incrocio; l’“indicatore di tenuta del margine destro” che collocato alternativamente nei due sensi di marcia, insieme alla linea di mezzeria, ricorda ai guidatori di tenersi in prossimità del margine destro della corsia occupata; l’“indice di pericolosità stradale” che con due livelli informa del pericolo nella sua gravità; il “Das” che con due delineatori verticali posti a diverse distanza del semaforo facilita l’attraversamento all’incrocio evitando di passare col rosso.
E poi ancora la “minisospensione della patente” per “educare” i giovani guidatori prima che commettano infrazioni più gravi; la modifica dell’art. 3 con la definizione dei segnali stradali, la validazione del sorpasso a destra in autostrada, e il “Privia” Stop che, con una luce inserita nella parte frontale del veicolo segnala il suo rallentamento ai pedoni in procinto di attraversare la strada. roviamo poi il libretto “Fenomenologia del pedone” sulla sicurezza degli utenti deboli, realizzato a fini didattici per le scuole e le autoscuole,  un album per i bambini delle scuole elementari dal titolo “Guido anch’io” e molte altre iniziative. (m.r.)
 
 
 
Fonte La Barbagia.net
 
Il numero degli incidenti sulle strade continua ad essere alto per arrivare a ridurre drasticamente il numero delle vittime. Fabio Bergamo, uno scrittore impegnato sulla sicurezza stradale, ha proposto un pacchetto di provvedimenti che saranno oggetto di una interrogazione parlamentare con l’interessamento dell’ On. Paolo Russo (Forza Italia) e l’On. Andrea Colletti (Movimento 5stelle) dopo essere state apprezzate dal Ministero dei Trasporti, l’ASAPS Polizia Stradale, Arma dei Carabinieri. Tra le innovazioni ci sono: lo Stop Avanzato che perfeziona la disciplina dello stop mettendo in comunicazione i veicoli che hanno la precedenza con quelli che intendono impegnare l’incrocio; l’indicatore di tenuta del margine destro per ricordare ai conducenti di guidare in prossimità del margine destro della corsia occupata, tale segnale non solo garantisce il mantenimento della distanza di sicurezza ma permette altresì ai conducenti di osservare visivamente la segnaletica; l’indice di pericolosità stradale che con due livelli informa del pericolo nella sua gravità (col primo livello si guiderà nel rispetto delle norme del CdS, col secondo si guiderà adottando la massima prudenza, ecco pensiamo le curve, le gallerie, i viadotti, le confluenze; il DAS che con due delineatori posti a diverse distanze del semaforo facilita l’attraversamento all’incrocio evitando di passare col rosso; il Privia Stop che, con una luce inserita nella parte frontale del veicolo segnala il suo rallentamento ai pedoni che attraversano la strada. Ha proposto il limite di velocità di 40 Km/h sulle strade a doppio senso, lasciando quello di 50 km/h solo sulle strade a senso unico ed ha coniato il nuovo termine di “limite di transito” nei confronti dei pedoni, più che di limite di velocità destinato esclusivamente ai veicoli, e quello del “dovere di antecedenza” per i conducenti che hanno appunto il dovere di dare ai pedoni la precedenza, quando essi, avendolo segnalato per tempo, attraversano, nei centri abitati, fuori delle strisce pedonali; ha proposto nelle rotatorie il limite generale di 40 Km/h e di 30 km/h quando in esse sono presenti dei ciclisti. Per la RC Auto ha pensato alla clausola relativa al “beneficio delle piccole riparazioni” per la revisione della carrozzeria destinata ai conducenti virtuosi ogni 8-10 anni di esperienza di guida in più. Per i bambini ha realizzato l’album “Guido anch’io”. Ha proposto a Federauto, la federazione dei concessionari di auto in Italia, di includere di serie nell’acquisto delle auto nuove, il seggiolino per la ritenuta dei bambini per le famiglie che hanno un bambino piccolo per il quale vige l’obbligo del suo utilizzo, come prevede il CdS all’art. 172, e per le mamme che sono in dolce attesa. Ha scritto anche una poesia sulla legge dal titolo “L’Abbraccio materno della Legge” che vi lasciamo qui. Il suo sito per chi volesse visitarlo è  www.fabiobergamo.it .
 
 
 

FABIO BERGAMO

Nasco a Torino nel 1972, compio normalmente gli studi scolastici superiori acquisendo il diploma di maturità tecnico-industriale. Pur frequentando inizialmente alcuni corsi accademici, decido di proseguire autonomamente i miei studi filosofici e comunque di cultura generale e speciale a cui offro massima parte del mio tempo in quanto desideroso di apprendere tutto ciò che possa essere utile a formare la persona nell’aspetto intellettuale al fine di garantire ad essa un’esistenza attenta alla realtà in cui è calata.
Tale consapevole scelta ha fatto sì che i miei risultati siano esclusivamente personali e così originali e del tutto responsabili nei confronti del rispetto della mia ricerca indirizzata mediante gli studi umanistici alla comprensione dell’Essere, cosa che non poteva avvenire se avessi vissuto gli anni della mia formazione intellettuale e spirituale, tipicamente giovanile, a contatto con realtà diverse ed anche in contraddizione con la mia medesima esistenza speculativa che richiedeva giustamente un periodo di allontanamento dalla realtà contingente, della vita di tutti i giorni, dell’uomo comune o come io spesso dico, miserabile.
All’età di 35 anni, raggiungo con le mie sole forze traguardi ragguardevoli sul piano della mia presa di coscienza e ciò è ravvisabile nei miei scritti, nei miei articoli, nelle mie idee. Alla solidarietà intellettuale (mole di libri studiati e consultati per singola e specifica materia) ho accostato fin da subito, per spirito di generosità, quella economica sostenendo alcune associazioni e missioni nazionali operanti anche all’estero in difesa dei diritti umani.
Ho svolto regolarmente il servizio di leva obbligatorio in Veneto per un anno arruolato in fanteria con l’incarico di scritturale e di tale esperienza ho un bel ricordo, in quanto sono amante della disciplina, dell’ordine e del rispetto delle regole.
Politicamente non sono schierato, (rispondendo con largo anticipo anche all’appello di Sua Santità Papa Benedetto XVI che il 24 gennaio 2006 e ancora il 9 maggio 2007,  ha affermato pubblicamente che la Chiesa non parteggerà più, da ora e indefinitamente, per nessuna compagine politica invitando così i credenti ad operare una scelta di coerenza e non di compromesso)  infatti non esprimo ormai da molti anni, il mio esercizio al voto rappresentativo, credendo nella democrazia diretta e assoluta del popolo, e il mio impegno è del tutto umano-civile in quanto indirizzato all’educazione e così alla giusta maturazione delle coscienze. I miei scritti sono dedicati a tutti, ma principalmente ai giovani che hanno la responsabilità ma anche l’onore di essere l’avvenire del mondo che oggi vive repentini cambiamenti sociali e politici, per via della globalizzazione, determinando in linea di massima un relativismo di valori minacciante tutti quei principi che sono alla base di una pacifica e partecipata umana convivenza civile e sociale di ogni individuo dotato di propria personalità in ordine ai due fondamentali principi della vita che sono quello economico (che si identifica nel bisogno) e quello morale (che assume la forma del valore) che risultano in antitesi quando l’individuo non agisce nel rispetto della sua dignità umana.
Rispettoso della natura e dell’ambiente credo nei valori dell’amicizia vera (quella che solo pochi sanno offrire e che si basa esclusivamente sul senso del dovere) e della fedeltà sia nelle persone coerenti con le proprie scelte (i principi a cui si ispirano queste ultime devono essere sostenuti dalle azioni)  e sia nelle istituzioni come lo Stato in quanto garante ultimo dei valori sanciti dalle leggi a tutela dello stato di diritto e dunque della legalità generale e universale. Professo la religione cristiano-cattolica e vivo il mio sentimento di fede in maniera personale e autonoma pur nutrendo viva fiducia nelle istituzioni ecclesiastiche e nei loro rappresentanti.
I miei hobby sono la guida, le pedalate all’aria aperta, le passeggiate in riva il mare, la navigazione, l’osservazione della natura come segno visibile ed esteriore del creato, l’amore per gli animali, e la lettura che, nel corso del tempo ha fatto sì che maturassi la volontà coscienziosa di svolgere l’attività di scrittore. Contrario all’aborto e a tutte quelle leggi che incidono negativamente sulla libertà e i diritti dell’uomo sono favorevole alla pena di morte per determinate condizioni di reato e stabilita secondo un criterio intellettuale del tutto personale e quindi infallibile sul piano razionale.
Ho una pessima opinione della televisione e dei mezzi di comunicazione di massa e di chi ne usufruisce gestendola ad uso proprio, visto che lo spettatore proprio perché tale, è passivo e dunque vittima e non destinatario della comunicazione, e vedo in internet uno strumento utile alla sensibilizzazione dei problemi del mondo contemporaneo.
L’arte nelle sue forme (musica, pittura, scultura) è da me apprezzata se compie la sua funzione che è quella estetica, tutto ciò che nell’espressione artistica non riesce a modificare lo spirito del fruitore non può essere considerata tale e dunque finisce per essere vanità, (pseudo-arte)
Sto pensando altresì di costituire un’associazione culturale che possa unire il maggior numero di persone (giovani e meno giovani) in difesa delle idee e dei propositi e delle azioni utili allo sviluppo sociale degli individui a livello nazionale ed internazionale dei quali sarà fautrice la medesima, tra i prerequisiti dei soci vi è la non appartenenza ad alcun partito politico e una cultura di base minima da testare mediante quiz di presentazione del richiedente.
Tra i miei progetti vi è la realizzazione di un centro di guida sicura nella provincia di Salerno, la costruzione di un complesso nel quale stabilire un centro culturale di rilevanza internazionale e la costituzione di un gruppo di controllo e di intervento sulle ingiustizie in Italia a cui ho dato il nome di “milizie della pace” agenti in vari settori della vita sociale.
Attualmente ho in elaborazione due scritti. Il primo è un libro di educazione stradale e di guida sicura in collaborazione con un ingegnere, un istruttore autoscolastico e una psicologa, tutti soci-collaboratori dell’AIFVS, (Associazione italiana familiari e vittime della strada). Il secondo concerne il problema filosofico dell’estetica in quanto scienza e conoscenza quindi comprensione e interiorizzazione del bello relativo alla natura e all’arte.

LAVORI IN PRIMA EVIDENZA

Avete perso un familiare, un amico, un conoscente a causa di un incidente stradale?
O vi chiedete semplicemente: "Perchè c'è un numero così elevato di incidenti e vittime solo per spostarsi in macchina o a piedi?"
Consultate le pagine del mio sito e capirete il perché.


Proposte di riforma del CdS e miglioramento della segnaletica già note ed apprezzate dal Ministero dei Trasporti
(a divulgazione gratuita per scuole, autoscuole, lettori, utenti, ecc …):

NEWS RECENTE:

RASSEGNA STAMPA - UNO SCRITTORE PER SALVARE LA VITA
https://www.fabiobergamo.it/rassegna-stampa.asp

Importante Commento di Fabio Bergamo alla Sentenza n. 5399 della Corte di Cassazione per un sinistro tra pedone e veicolo
https://www.fabiobergamo.it/fabio-bergamo-avverso-la-corte-di-cassazione.asp

IL DELINEATORE DI AVVICINAMENTO AL SEMAFORO
https://www.fabiobergamo.it/DAS-Delineatore-di-avvicinamento-al-semaforo.asp

STOP AVANZATO
https://www.fabiobergamo.it/stop-avanzato.asp
Segnalato su ASAPS Polizia Stradale https://www.asaps.it/

Indicatore di Tenuta del Margine Destro
https://www.fabiobergamo.it/Indicatore-di-Tenuta-del-Margine-Destro.asp
Segnalato su ASAPS Polizia Stradale https://www.asaps.it/

Modifica dell’art. 148 – I Sorpassi Intersecanti
https://www.fabiobergamo.it/monitoraggio-sorpassi-intersecanti.asp
Segnalato su ASAPS Polizia Stradale https://www.asaps.it/

Aggiornamento Art. 3 CdS – Il segnale stradale come sistema
https://www.fabiobergamo.it/Il-Segnale-stradale-come-sistema.asp

Il Beneficio delle piccole riparazioni non garantito dal Bonus Malus
https://www.fabiobergamo.it/il-beneficio-delle-piccole-riparazioni.asp

 

Proposte ai fini della educazione alla sicurezza stradale:
(a divulgazione gratuita per scuole, autoscuole, lettori, utenti, ecc..)

La minisospensione della patente di guida
https://www.fabiobergamo.it/la-minisospensione-della-patente-di-guida.asp

La pena va inflitta in ragione della gravità del reato (riflessioni sul’omicidio stradale)
https://www.fabiobergamo.it/La-pena-va-inflitta-in-ragione-della-gravita-del-reato.asp

Istituzione dell'Indice di Pericolosità Stradale
https://www.fabiobergamo.it/l-indice-di-pericolosita-stradale.asp
Segnalato su OMNIMOTO https://www.omnimoto.it/

La verità sul sorpasso a destra in autostrada
https://www.fabiobergamo.it/la-verita-sul-sorpasso-a-destra-in-autostrada.asp
Segnalato su ASAPS Polizia Stradale https://www.asaps.it/

Intervista televisiva a Fabio Bergamo da Padre Fiorenzo
https://www.fabiobergamo.it/Padre-Fiorenzo-Mastroianni-intervista-Fabio-Bergamo.asp

 

Per la didattica
si consiglia per le scuole e le autoscuole, le agenzie di pratiche auto, gli enti pubblici e privati e le associazioni, ecc … l’adozione del primo scritto sulla educazione alla sicurezza stradale “Fenomenologia del pedone” a cui ne seguiranno altri.

Fenomenologia del pedone
https://www.fabiobergamo.it/fenomenologia-del-pedone.asp
Segnalato su ASAPS Polizia Stradale https://www.asaps.it/