Paolo Flachi, un personaggio indimenticabile di Melito Porto Salvo, che non ha potuto festeggiare le sue prime 'ottanta primavere'

21.06.2016 19:05

Era tornato alla ‘Casa del Padre’, il 29 agosto 1987, appena cinquantenne, gettando nel lutto e nello sconforto, la famiglia e quanti lo apprezzavano,  per le sue qualità intellettuali ed umane, non solo a Melito

MELITO PORTO SALVO (RC), LE ‘OTTANTA PRIMAVERE’, CHE PAOLO FLACHI, NON HA POTUTO FESTEGGIARE

Domenico Salvatore

Da tempo frughiamo invano, nel nostro oramai striminzito archivio fotografico, alla ricerca di una fotografia di Paolo Flachi, perché volevamo rendere omaggio ad un nobile figlio di questa terra.

Ricordiamo bene le battaglie di civiltà, in favore della collettività e della cittadina di Tiberio Evoli, Bruno Spatolisano e Pietro Panuccio.

Compresa la battaglia per la costruzione del Liceo Classico. Senza nulla togliere all’assessore alla Pubblica Istruzione del tempo, Pierino Flachi ed al professore Gino Demetrio ( ed a tutti coloro, ciascuno per la sua parte di competenza, che comunque hanno collaborato e contribuito).

Un plauso vogliamo dare a Nino Sprizzi, assessore regionale del tempo, membro della Direzione provinciale e regionale del PCI, che in quella stagione aveva voce in capitolo.

Come tutti sanno, il Liceo, oggi ‘Istituto Superiore Familiari’, ha ospitato ed ospita tutt’oggi, migliaia di studenti.

Di converso ha fornito la palestra per le squadre cittadine di Basket e Volley ed il campetto annesso della Provincia, anche per interessamento del consigliere provinciale Nino Romeo.

Nell’Aula Magna si sono tenuti, fra le altre manifestazioni, anche un sacco ed una sporta di convegni e le recite d’Istituto.

‘Tempo perso signor maestro’, la fotografia, non è saltata fuori. Era un tipo schivo e riservato su certi argomenti.

Allora, ci siamo rivolti al ragioniere Pierino Flachi, fratello di Paolo buon’anima, che ci ha fornito una bella fotografia; e lo ringraziamo di cuore.

Paolo Flachi, non ha scoperto la radio, la televisione o la pennicillina, ma nella sua città, non ha fatto lo spettatore.

Ha vissuto i suoi primi ed unici cinquant’anni da attore protagonista, in tutti i settori, dove si sia cimentato.

Non è poco. Nella famiglia, in politica, nella professione e nel sociale, lui c’era.

Era disponibile al dialogo ed al confronto e aveva conquistato sul campo il fattore ‘U’.

Si è speso ed ha fatto tanto per la sua città. Soprattutto in ambito politico, sociale e scolastico.

Un salone della struttura comunale in Via del Fortino, porta il suo nome. Troppo poco.

Memento homo quia pulvis es et in pulverem reverteris…

La scheda sintetica di Flachi Paolo

(Melito Porto Salvo 14 novembre 1936- 29 agosto 1987)

Servizio Militare assolto nel 1956.

Titolo di studio, Ragioniere.

Stato civile, coniugato con Melina Barreca, 4 figli.

Occupazione, applicato della scuola elementare di Melito Porto Salvo.

Segretario della Direzione Didattica di Condofuri.

Segretario del Distretto Scolastica XXXXI di Bova Marina.

Segretario del Liceo Classico ‘T.colonnello ‘Giovanni Familiari’.

Vicesegretario e segretario della scuola media “Corrado Alvaro” di Melito . Oggi si chiamerebbe, direttore amministrativo.

Segretario della sezione del PCI di Melito-Annà.

Consigliere ed assessore con delega di Vicesindaco al Comune di Melito.

Volevamo rendere omaggio a Paolo Flachi, un personaggio importante, della città di Melito Porto Salvo & dintorni, immortalato anche dal celeberrimo professore Pasquino Crupi, in uno dei suoi lavori editoriali.

Domenico Salvatore

 

Cerca nel sito