Motta S.G. - Messa in sicurezza della scuola

12.06.2016 21:54
Motta San Giovanni, Crea: "Strutture pubbliche. Giunta e consiglio comunale, vergogna"

Da Francesca Martino   -   
Riceviamo e pubblichiamo da Vincenzo Crea, Referente unico dell'ANCADIC Onlus

"I fatti dicono che la salute e l'incolumità pubblica non sta a cuore a questa Amministrazione comunale. La regione Calabria Dipartimento 6  Infrastrutture- Lavori Pubblici-Mobilità Settore 4, con nota dello scorso 8 giugno indirizzata al Sindaco del Comune di Motta SG e per conoscenza alla scrivente associazione, con riferimento alla nostra richiesta dello scorso 3 giugno avente per oggetto “Sollecito messa in sicurezza plessi scolastici e altre strutture pubbliche, nel territorio comunale di Motta San Giovanni, ha comunicato: Con riferimento alloggetto, ed in particolare alla scuola Elementare D. Cozzupoli situata in località Lazzaro nel Comune di Motta San Giovanni (RC) si informa che, dall'anno 2014, ad oggi, non risulta che siano state presentate, dall'Ente proprietario dell'Edificio, richieste di finanziamento per lavori di messa a norma. 
 
Si precisa che nellanno 2015 sono stati pubblicati dalla Regione Calabria due avvisi pubblici in materia di edilizia scolastica per l'assegnazione di finanziamenti Statali.
L'accesso ai finanziamenti può avvenire solo in funzione di progettazione degli interventi da eseguire, da predisporre da parte dell'Ente proprietario dell'immobile. 
Lo scrivente Dirigente del Settore ha chiesto all' ingegnere alla sede di disporre con urgenza un’ ispezione.
 
A nostro avviso l'inadempienza del proprietario degli edifici scolastici circa la messa in sicurezza delle scuole è grave e ingiustificata. Atteso che si è provveduto a chiudere per motivi cautelativi il primo piano della scuola elementare D. Cozzupoli di Lazzaro e tenuto conto delle altre gravi criticità esistenti presso altri plessi scolastici di Motta e Lazzaro, peraltro certificati dai competenti funzionari intervenuti in date diverse, non si spiega come mai non  sia stata presentata la documentazione necessaria per accedere ai succitati finanziamenti. 

Ci vengono in mente varie ipotesi: incapacità, negligenza, disinteresse. La cosa più sorprendente sarebbe la mancanza di furbizia in vista delle imminenti elezioni comunali della prossima primavera. Un intervento certo e importante come questo avrebbe sicuramente  giovato all'immagine degli attuali amministratori e avrebbe fatto recuperare in un solo colpo nove anni di totale immobilismo.
Seppur vero che ci sono delle grosse responsabilità in capo a chi ci governa altrettanto grave è il silenzio assordante e prolungato dell'opposizione. E superfluo ricordare che il ruolo del consigliere di opposizione è altrettanto importante di quello dello maggioranza. Chi siede in minoranza ha il compito di vigilare sull'operato di chi amministra, di dare suggerimenti e anche aiuti, se necessario, nell'interesse della collettività.
L'opposizione  in tutti questi anni è venuta meno a tale compito. Speriamo che componenti della Giunta e del Consiglio  comunale abbiano quantomeno il buon senso di non presentarsi alle prossime elezione.
Sulla problematica riguardante l'agibilità delle scuole e altre strutture pubbliche abbiamo interessato la Giunta e il Consiglio comunale".

Cerca nel sito