Milone, Faillo di Crotone, Fileta di Sibari.

23.08.2016 20:19

Rubrica Europa Ellenofona di Filippo Violi  - 

 MILONE

Milone fu certamente il più grande atleta che sia mai esistito. Sulle tavole antiche il suo nome compare sempre al primo posto in ogni gara svolta nell'antica Grecia, il suo dominio assoluto durò per circa venti anni durante i quali rimase pugile imbattuto. Vinse la sua prima Olimpiade nel 540 a.C. nella lotta categoria ragazzi, seguirono successivamente altre cinque vittorie olimpiche di fila 532, 528, 524, 520 e 516 a.C. in una di queste Milone vinse senza disputare la finale, in quanto l'avversario (altro atleta crotoniate, allievo dello stesso Milone) non volle lottare contro di lui. Nel 512 fu invece battuto da un atleta più giovane di lui, Timasìteo, anch’egli di Crotone. Il pugile crotoniate vinse anche ben 10 volte alle gare Istmiche, 9 volte alle Nemee e 6 volte ai giochi Pitici di Delfi che si tenevano in onore di Apollo1. Tanta gloria rese Milone uno dei personaggi più illustri e famosi del mondo Ellenico, ed al suo nome sono legate molte leggende tramandate sulle tavole degli storici antichi. La sua forza proverbiale salvò l'intero gruppo aristocratico guidato da Pitagora che governava la città di Kroton, in occasione di un terremoto mentre c’era una riunione proprio in casa di Pitagora; Milone si sostituì ad una colonna spezzata dal sisma reggendo sulle sue spalle il soffitto dell'abitazione per quei minuti necessari a sgomberarla completamente. Vestito secondo la foggia di Eracle (con la pelle di leone sulle spalle) guidò l'esercito crotoniate nella famosa vittoria contro i Sibariti del 510 a.C. Persino il medico Democede, sfuggito dalla Persia e rifugiatosi nella sua Crotone, per convincere il re persiano Dario a desistere dal riportarlo indietro, sposò in tutta fretta una figlia di Milone, poiché la fama del grande pugile e condottiero crotoniate non conosceva confini nel mondo antico, e tanto fu che Dario di Persia desistette dai suoi intenti. Intorno alla sua morte la leggenda narra di un grosso albero di ulivo sezionato da un fulmine, nel quale Milone infilò le mani per divaricare e spaccare completamente il tronco, ma abbandonato dalle forze, l'Olimpionico rimase bloccato e finì dilaniato dalle belve feroci. La statua che lo rappresenta al Foro Italico di Roma (nella foto) lo ritrae con un pallone tra le mani, ma la sua disciplina era il pugilato.
 
FAILLO di Crotone
Fu anch’egli tra i più illustri olimpionici di Crotone. Di lui si ricordano le tre vittorie ottenute ai Giochi Pitici nello stadio e nel pentatlon, come ci tramanda Pausania2. A parere di qualche autore sarebbero però esistiti due Phayllos di Crotone3. Un tardo epigramma dell’Anthologia Palatina, ci ricorda che:
…………..
“Phaillos saltò cinquantacinque piedi
E lanciò il disco a novantacinque piedi”.4
…………
La misura saltata in realtà corrisponderebbe ad una distanza di 16 metri, per cui si pensa che fosse un salto triplo. Erodoto racconta che Faillo abbia partecipato anche alla battaglia di Salamina, accorrendo in aiuto dei Greci, al comando di una trireme finanziata da lui stesso5.
 
FILETA di Sibari
I sibariti avevano fama di gente che si dedicava più ai piaceri della vita che a tutto il resto. Comunque molti sibariti praticavano lo sport, soprattutto il pugilato e la lotta libera. La tradizione letteraria ci restituisce il nome di un solo olimpionico di Sibari, Fileta, che fu vincitore della 41° olimpiade (616 a.C.), nel pugilato dei fanciulli. Da una iscrizione su tabella bronzea rinvenuta presso il santuario di Francavilla, si ha notizia anche della partecipazione di un certo Kleombroto, che aveva fatto voto di donare ad Atena la decima dei premi che avrebbe vinto per erigere una statua
 
______________________________________________________
1 Milone fu perciò periodonìkes, cioè vincitore nella stessa disciplina nel ciclo dei quattro giochi panellenici
2 Pausania X 9,2
3 Cfr. Gardiner E.N., Phayllos and his Record Jump, “JHS” XXIV (1904), p.79
4 Anthologia Palatina, app.297 (=T. Preger, Inscr. Metr. 142)
5 Hdt. VIII 47

 

Cerca nel sito