Melito Porto Salvo (rc)/XXI Novembre/La giornata dell’albero per augurarci una società migliore capace di “rispettarsi” e rispettare gli altri

10.12.2016 18:34

 

 

10.12.2016   15:45 - 

Elio Cotronei release -

 

Per dare maggior senso all’iniziativa vissuta, domenica 18 dicembre, ci ritroveremo tutti insieme a  completare l’impegno assunto, aggiungendo valore a valore,   con la messa in posa,  accanto agli alberelli piantati sul lungomare dei mille di Melito,  delle pergamene offerte dalle scolaresche di Melito , dalle Associazioni Culturali e Sportive, dai Sindaci dell’Area Grecanica, dalle Autorità, dai privati e dalle personalità invitate.

DALLA GIORNATA DELL’ALBERO ALL’ESALTAZIONE DELLA BELLEZZA, QUALE TESTIMONE DI UNA SOCIETA’MIGLIORE

Aurelia Sansotta

Certamente la giornata  vissuta il  21 novembre scorso dalla nostra cittadina e soprattutto dalle giovani vite di Melito e’ stata una giornata di vero gaudio ma come era stato annunciato essa ha costituito  l’inizio di un percorso più incisivo volto a fare il punto sulla positività della nostra bella e ridente cittadina; l’inizio di un percorso pensato per poter lasciare il testimone alle generazioni future, quale preludio di una società migliore.

Per dare più incisività a questo percorso quest’anno abbiamo voluto spendere la  giornata dell’albero per augurarci una società migliore capace di “rispettarsi” e rispettare gli altri attraverso l’esaltazione della bellezza del nostro territorio; consapevoli come siamo che anche il semplice gesto di piantare un albero che ci rappresenta e rispettarlo nel tempo,  servirà a difendere e tenere alto l’orgoglio di essere i discendenti della più grande civiltà mai esistita.

Per dare maggior senso all’iniziativa vissuta, domenica 18 dicembre, ci ritroveremo tutti insieme a  completare l’impegno assunto, aggiungendo valore a valore,   con la messa in posa,  accanto agli alberelli piantati sul lungomare dei mille di Melito,  delle pergamene offerte dalle scolaresche di Melito , dalle Associazioni Culturali e Sportive, dai Sindaci dell’Area Grecanica, dalle Autorità, dai privati e dalle personalità invitate.

Ci piace pensare a quel momento come ad un momento,  in cui continueremo a scrivere,  coesi,  una pagina di presenza attiva che suggelli la bellezza del nostro splendido territorio, impegnandoci tutti a far rinascere nella nostra città quell’equilibrio spezzato dal recente vissuto, attraverso l’esaltazione delle azioni positive da cui ci auguriamo nasca solo ed esclusivamente altra positività.

Come è noto avevamo invitato tutti gli ospiti ad offrire il loro albero ed una riflessione sull’importanza di esso e del  bene vita. l’invito e’ stato accolto prontamente, con grande slancio da tutti. Significativa la presenza e la partecipazione delle Scolaresche di ogni ordine e grado.

Altrettanto saggia la  presenza dei loro dirigenti e docenti, prima fra tutti la Dr.ssa Sinicropi, sempre in prima fila,  in questi  sei anni in cui l’associazione MondoVerde si e’ impegnata a ricordare alla giovane linfa di  Melito  che e’ necessario, almeno un giorno all’anno, soffermarsi a commemorare la grande importanza degli alberi per conservare la vita su questo pianeta e le bellezze della natura.

Su questo concetto la Dirigente dell’ Istituto Comprensivo  si è soffermata con grande  incisività e gaiezza dedicando la pergamena ai discenti : “ Ho sempre sognato un mondo a colori  di tinte pastello, di calde spiagge e di fresche colline, dove bambini, ragazzi, uomini e donne operano insieme armoniosamente con la benevola natura  per garantire a tutti una vita migliore”. 

Difficile descrivere l’entusiamo con cui le scolaresche hanno accolto l’autorevole e  positiva presenza di Mons. Antonio Morabito che ha voluto suggellare il momento vissuto omaggiando la nostra cittadina di una riflessione d’ispirazione biblica. Partendo dall’ importanza dell’albero della vita Mons. Morabito ha consegnato il testimone alle generazioni future.”

L’albero della vita è quello che Dio pose nel Giardino dell’Eden assieme all’albero della conoscenza del bene e del male, lo stesso Signore ha affidato all’uomo la custodia del Creato, anche se non sempre le persone mantengono questo Patto di custodire le cose che sono state create.

Affidiamo ai bambini di ogni cultura  lingua e popolo il Giardino della Terra. Nel Cielo invece incontreremo i bambini che sono già sull’Albero  della Vita, quelli che muoiono di fame, quelli che muoiono  in mare sui barconi della Speranza per fuggire dalle guerre insieme alle loro mamme e papà. Gli alberi che noi piantiamo sono segno dell’Albero della Vita”.

Illuminante l’autorevole presenza dell’Assessore Provinciale alla Cultura ed alla Legalita’, dr. Eduardo Lamberti Castronuovo. la riflessione che ha voluto donare alla città di  Melito lo rappresenta in tutta la sua essenza, intrisa di ottimismo e vitalità’ profusi ad espandere il bene in senso assoluto: “Un Albero.

Un tronco: la vita. Tanti rami: la cultura, l’identità, la serenità, l’aggregazione, la legalità, la tolleranza, la speranza, l’amore…e quanto di bello ti viene in mente!” .

 

Non abbiamo parole per ringraziare il Presidente del Parco Nazionale D’Aspromonte, prof. Giuseppe Bombino, uomo di grande sensibilità ambientale che per la nostra gioia intellettuale, al momento della  scelta, ha saputo prendere la strada giusta : quella che lo ha consegnato agli Studenti Universitari prima e poi, per nostra fortuna,  attraverso l’incarico Istituzionale della Presidenza del Parco Nazionale d’Aspromonte  anche al resto della collettività, consentendo così, anche a noi, di fare tesoro delle sue riflessioni : “la poderosa forza generatrice compone e opera nel suo giardino fiori e frutti che sono molto più di quanto essi stessi sappiano, poiché ogni fiore è più che fiore, ogni frutto è più che frutto, perchè di nuovo seme, è di nuovo vita”.

Sperando che sarà con noi il 18 Dicembre, lo ringraziamo, per averci voluto regalare questo pensiero, che ci auguriamo sia veramente seme di ogni bene, per la collettività melitese.

Gli stessi intensi ringraziamenti meritano le associazioni culturali  melitesi che, con il loro apporto, contribuiscono a costruire il territorio intellettuale del nostro paese: una fonte, se non l’unica, a cui, fuori dagli ambienti scolastici chi ha sete di qualità della vita a Melito può gratuitamente attingere per arricchire se stesso; Ringraziamo le Associazioni Sportive che animano il nostro territorio.

Di grande peso la presenza dei Sindaci dell’Area Grecanica:  penso al Sindaco di Montebello,  di San Lorenzo e di Palizzi,  i quali insieme al nostro primo cittadino hanno voluto bearsi di un momento di gaiezza.

Corre l’obbligo di ringraziare anche il  sindaco di Roghudi e di Condofuri che pur non presenti quel giorno per impegni improcrastinabili, ci sono stati vicini ed hanno sostenuto quest’iniziativa offrendo il loro albero e la loro pergamena quale segno di condivisione del sentire comune e di coesione nel territorio.

Un ringraziamento per la sentita partecipazione va al Consorzio di Bonifica Basso Ionio Reggino che ci affianca sempre nelle nostre iniziative facendo si che possano realizzarsi; ai Vigili Urbani di Melito;  al Comandante del Corpo Forestale dello Stato ed al Comandante della Capitaneria di Porto di Saline che, non presente il giorno dell’iniziativa per impegni d’ufficio,  domenica 18 dicembre, a giusto titolo,  sarà insieme a noi a testimoniare con la consegna della pergamena, la presenza del gruppo marino.

Ringraziamenti d’effetto vanno ai commercianti di melito che sempre pronti a sostenere materialmente le iniziative di MondoVerde (ci sia consentito di aggiungere che senza di loro quest’associazione non avrebbe mai potuto realizzare alcunche’!) quest’anno hanno voluto concretizzare la loro presenza consegnando anch’essi la loro pergamena ed il loro albero come segno tangibile di chi,  pur non potendo essere presente per ovvi motivi agli eventi che animano la nostra cittadina e’  presente ,sostanzialmente, consentendo, dietro le quinte,  la riuscita degli eventi medesimi ed e’ per questo che noi invitiamo pubblicamente  una rappresentanza della categoria ad essere presenti insieme a noi domenica 18 dicembre alle ore 11,00 per lasciare una tangibile traccia della loro vicinanza alle nostre iniziative. Un ringraziamento anche ai privati cittadini che hanno voluto donare un albero ed una riflessione a sostegno del percorso avviato.

A don Benvenuto Malara, che da buon  sacerdote, nel rispetto della radice  cristiana è sempre pronto a dire Si con fermezza a tutte le iniziative  ma con maggior vigore quando si tratta di Rispetto del Creato. La poesia  che ha scelto  per la Parrocchia dell’Immacolata esprime fortemente il messaggio di vita cristiano che  ha plasmato la sua di vita e che trasmette da sempre alla collettività tutta: “Dovunque il guardo giro , immenso Dio, ti vedo: nell’ opre tue t’ ammiro, ti riconosco in me”.

L’ elenco continua; saranno infatti trenta le pergamene che daranno risalto alla bellezza dei giovani alberi e man mano le pubblicheremo anche online. Incontriamoci dunque nuovamente tutti per regalarci  un momento di splendida contemplazione da consegnare ai posteri … affinché il sole possa ricomparire oltre le nubi. MondoVerde Club.

Aurelia Sansotta/Presidente Mondo Verde Club

 

 

N.B. il servizio fotografico è a cura di Dosa

Cerca nel sito