MASSIMALISMO ISLAMICO PROBLEMA IDEOLOGICO

23.03.2016 00:40

   DI Elio Cotronei

Una serie di numeri non è sufficiente per descrivere una città come Bruxelles, capitale nazionale  ed europea, ma possono aiutare a capire le dimensioni e le questioni.

Ecco una sintesi delle figure più significative quando pensiamo alla città Bruxelles   da non confondere con la Region de Bruxelles formata da 19 comuni autonomi, affiancati senza soluzione di continuità a formare una grande città:

    176.124 abitanti (popolazione 1 ottobre 2015 ), 112 367 belgi , 39.066 provenienti da paesi membri dell'Unione europea, 24 691 stranieri provenienti da paesi non membri dell'Unione Europea; superficie 32,61 kmq, 163 nazionalità; densità di popolazione di 5368,21 ab./ km², 296 km di strade

 

A Bruxelles il  numero di stranieri è aumentato del 43% in dieci anni mentre gli abitanti di nazionalità belga soltanto del 7%

I cittadini dell'Unione europea rappresentano  oltre la metà degli stranieri che vivono a Bruxelles, mentre gli africani rappresentano il 20% dei residenti non-belgi; il 10% sono asiatici mentre gli americani rappresentano il 4% .
Intere strade di Bruxelles capitale ospitano solo  negozi prevalentemente marocchini e, alcune aree sono a prevalenza con negozi e ristorazione  gestiti da extracomunitari a prevalenza marocchini e musulmani

In  questo quadro si inserisce quanto avviene sul fronte del terrorismo.

Musulmani insediati da generazioni, integrati relativamente, in un momento di crisi economica generalizzata, caricati di insoddisfazione e rabbia, sono terreno fertile per il proselitismo e/o  protezionismo nei confronti dei terroristi, infatti. quando non partecipano molti  proteggono e plaudono.

L’Islam rappresenta un problema:  con il pretesto della religione  e con interpretazioni di comodo  il massimalismo islamico ha addestrato  al fanatismo, al donare la propria  vita – martirio come atto di fede - verso un nuovo ordine, ha avviato la nascita di un califfato islamico che si è scontrato con altri musulmani per espandersi, ha esportato il terrorismo in America, Asia, Africa, Europa. Un tumore che andava eliminato all’origine prima che si diffondesse altrove. La cosa più grave è che altri paesi arabi e occidentali hanno favorito economicamente o logisticamente l’affermarsi di questo presunto stato autoproclamato fornendo armi, acquistando il petrolio, senza pensare ad un doveroso embargo. Un mostro quando cresce troppo è un problema anche per chi l’ha foraggiato. La storia insegna, Hitler e il nazismo appartengono  al passato prossimo.

La penetrazione è sottile, molte moschee in Europa sono luoghi di preparazione e condizionamento psicologico perché i finanziatori hanno cura di dotarli di Imam massimalisti che condizionano e/o impediscono l’integrazione soprattutto alle donne.

Il problema è di tipo ideologico infatti  i terroristi non operano solo contro l’Occidente   - si potrebbe pensare per rappresaglia per torti subiti – ma anche in realtà come le Filippine che non possono essere viste in questa logica.

I terroristi continueranno ad operare fino a quando avranno un riferimento che addestra e finanzia e conta su protezioni manifeste o latenti di quegli stati che dovrebbero  indebolirlo.

C'è bisogno di più fermezza nel pretendere dagli immigrati il rispetto delle regole del Paese ospitante, senza debolezze e rinuncie allapropria identità.

La grande assente è l'Europa  perché gli egoismi nazionali hanno impedito fino ad ora di andare oltre la moneta unica..

C'è più bisogna di Europa con una sua intelligence, un suo esercito, un suo governo federale, una sua politica estera comune

Abbiamo pubblicato in un altro articolo la composizione degli abitanti nei vari comuni della Region de  Bruxelles. In alcune realtà si arriva al 45% di stranieri.

Ripartizione degli stranieri nella Regione di Bruxelles per nazionalità

Fonte : per il 2015 : https://statbel.fgov.be/fr/modules/publications/statistiques/population/downloads/population_totale_etrangere_et_belge.jsp

Pays d'origine

1er janvier 2013

1er janvier 2015

Descrizione: Drapeau de la France France

153 413

159 352

Descrizione: Drapeau de l'Allemagne Allemagne

39 745

39 294

Descrizione: Drapeau du Portugal Portugal

38 812

42 793

Descrizione: Drapeau de la Turquie Turquie

37 989

36 747

Descrizione: Drapeau de la Bulgarie Bulgarie

23 386

28 721

Descrizione: Drapeau : Royaume-Uni Royaume-Uni

24 543

23 794

Descrizione: Drapeau de la République démocratique du Congo République démocratique du Congo

20 066

20 625

Descrizione: Drapeau de la Grèce Grèce

15 513

16 275

Descrizione: Drapeau de la Russie Russie

13 831

12 434

Descrizione: Drapeau des États-Unis États-Unis

11 526

11 489

Descrizione: Drapeau de la République populaire de Chine Chine

10 454

11 275

Descrizione: Drapeau du Cameroun Cameroun

10 035

10 732

Descrizione: Drapeau de l'Afghanistan Afghanistan

 

8 030

Descrizione: Drapeau de l'Albanie Albanie

4 941

5 100

Descrizione: Drapeau du Pakistan Pakistan

4 673

4 959

Descrizione: Drapeau du Kosovo Kosovo

4 597

4 553

Descrizione: Drapeau du Ghana Ghana

3 940

4 449

Descrizione: Drapeau du Japon Japon

4 464

4 386

Descrizione: Drapeau de l'Irlande Irlande

4 003

4 035

Descrizione: Drapeau de la Suède Suède

4 262

3 918

Descrizione: Drapeau de la Serbie Serbie

4 091

3 718

Descrizione: Drapeau du Nigeria Nigeria

 

3 671

Descrizione: Drapeau de la Thaïlande Thaïlande

3 398

3 543

Descrizione: Drapeau de la République tchèque République tchèque

 

3 407

Descrizione: Drapeau de l'Autriche Autriche

2 712

2 767

Descrizione: Drapeau du Népal Népal

 

2 361

Descrizione: Drapeau de la Lituanie Lituanie

 

2 349

Descrizione: Drapeau de la Suisse Suisse

 

2 092

Descrizione: Drapeau de la Géorgie Géorgie

 

1 978

Descrizione: Drapeau du Liban Liban

 

1 957

Descrizione: Drapeau de la Bosnie-Herzégovine Bosnie-Herzégovine

1 904

1 812

Total

1 195 122

1 255 286

 

Cerca nel sito