Letteratura per l'infanzia -- Sofia Senova: " Umani e Androidi

21.03.2017 15:59

 Letteratura per l'infanzia - 

Le Storie di Sofia - 

a cura di

Antonella  Genova - 

 

                     Umani e Androidi

 

 

di

Sofia Genova

dalla Raccolta SOFIANDO FIABE

 

 

 

C'era una volta...

una piccola bambina di nome Ermenegilda.

La  bambina campionessa di scacchi aveva 8 anni e andava a scuola.

Un giorno a scuola arrivò un robot androide combattente da guerra, il suo nikname era Rokogue e sfidò Ermenegilda a una gara di scacchi.

Ermenegilda vinse la partirà, allora il robot androide combattente da guerra la rapì e la portò nelle segrete segretissime del mondo sotterraneo per sapere il segreto degli scacchi.

In quel posto le cose erano sottosopra: il sotto era sopra e il sopra era sotto, le mucche volavano, i fiori erano con il gambo verso il cielo, i cani miagolavano e i gatti abbaiavano, gli uomini camminavano con le mani e scrivevano con i piedi, la gente parlava all' incontrario.

Ermenegilda era un po' stranita dal comportamento di quanto accadeva , però lei non poteva far niente, cercava di uscire, ma non funzionò, provò a corrompere le guardie che la tenevano rinchiusa, ma loro non cedettero.

Quando il robot androide combattente da guerra passò a controllare che le guardie che facessero il loro dovere, vide Ermenegilda triste, allora decise di sottometterla all' interrogatorio puntandole la nuova lampada "super luminosissima" e accecante ( astro cover lampa)  in faccia, pensando di riuscire a farla parlare del segreto degli scacchi, ma lei non disse neanche una parola.

Ermenegilda resistette per pochi anni senza confessare il segreto.

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

TIC TAC TIC TAC TIC TAC (GLI ANNI  PASSAVANO)

Lei chiese alle guardie di vedere Rokogue per dirgli il segreto degli scacchi.

Ermenegilda:<<Perché vuoi la formula ? A che cosa ti serve?

Ti dirò il segreto degli scacchi solo se mi rispondi a queste domande!>>.

Rokogue:<<Ok, ti dirò tutto io, chiudi la porta, ti racconto tutto dal principio: fin da quando mi hanno costruito, volevo essere umano, però non sono mai riuscito a creare l'elisir dell' umanità ,allora ho iniziato ad essere cattivo e a costruire altri miei simili, così ho iniziato ad andare ai tornei di scacchi e a rapire tutte le giocatrici di scacchi, poi una giocatrice di nome Lien Carter, mi ha informato che c'era una giocatrice che partecipava al torneo di scacchi professionale.>>

Ermenegilda:<<Perché non me l'hai detto prima, così evitavamo tutto questo caos?!>>

Rokogue: <<Non l'ho mai confessato a nessuno perché se lo avessi detto, tutti mi avrebbero preso in giro!!!

E io non posso sopportarlo!!!!!!!!!!!

HAI CAPITO????>>

Ermenegilda:<<Ok, ma calmati , ti aiuterò io, poi secondo me non ti prenderanno in giro; guarda ,io lo so e non ti sto prendendo in giro.

Anzi mi sembra carino che tu voglia diventare umano e che anche i tuoi simili lo desiderino, potrete convivere con noi umani.>>

Rokogue:<<Beh , grazie e mi dispiace essermi comportato male e averti rapita.>>

Ermenegilda:<<Non fa niente, succede e poi ci siamo divertiti, vero?>>

Rokogue:<<Sì sì, è proprio così >>.

Rokogue:<<Ma, secondo te, l'elisir dell’ umanità basterà per tutti noi robot androidi combattenti da guerra?>>

<<Non lo so>>, disse perplessa Ermenegilda.

Rokogue:<<Ma da che cosa è formato l'elisir di lunga vita?>>

L'elisir di lunga vita è formato da...

fiori di Bach, un profumo alla Margherita,pittura di un colore quasi introvabile, il gold brillantinato, una ciocca di capelli color porpora,un metallo inestimabile; poi bisogna dire questa formula: Statue degli scacchi tornate in vita e ditemi che cosa devo fare.

Rokogue: <<Ok , ho tutto ; allora iniziamo a preparare l'intruglio?>>

Ermeneilda:<<Sì, però prima mi serve il calderone 2000 c2>>

Rokogue :<<Tranquill ,credo di avere il calderone >>

Ermeneilda:<<Ok, allora iniziamo. Passami il colore gold brillantinato e la ciocca di capelli, io mischio queste due cose ,tu devi mischiare il profumo  e il metallo. Ti dico come devi fare: allora ,metti il profumo e lavoralo con un po' di olio di gomito, ecco bene così, continua ancora fin quando non viene di colore verde acqua.>>

Rokogue :<<E' diventato verde acqua, guarda, vieni a vedere se va bene>>.

Ermenegilda:<<Sì, va bene>>

Ermeneilda:<<Ti dico cosa devi fare ora: metti il metallo inestimabile a pezzi sottili nella ciotola e inizialo a pestare fin quando diventa polvere.>>

Rokogue :<<Ermenegilda!! vieni un attimo a vedere come è diventato il metallo inestimabile.>>

Ermengeilda:<<Ok arrivo.>>

Rokogue :<<Guarda che cosa ho fatto!!!! <<Ho sbagliato, vero!? Ho fatto diventare la polvere dei colori dell' arcobaleno.>>

Ermenegilda:<<No! Anzi hai fatto giusto>>

Rokogue: <<Davvero?>>

Ermenegilda:<<Sì>>

Rokogue: <<Ora che cosa devo fare?>>

Ermenegilda:<<Ora bisogna mescolare tutti gli ingredienti e farli diventare argilla.>>

Rokogue: <<Ok ,l'ho fatto diventare argilla.>>

Ermenegilda:<<Bene, ora devi dargli la forma degli scacchi e della scacchiera e poi dipingerli del colore degli scacchi.>>

Rokogue :<<Ok ,ora che li ho dipinti che cosa faccio?>>

Ermenegilda:<<Per farli asciugare ci vuole più o meno un'oretta e poi recita la formula che ti ho detto.>>

Rokogue :<<Ok, va bene.>>

 

 

Rokogue :<<Si è asciugato! Ora recito la formula?>>

Ermenegilda<<Sì>>

Statue degli scacchi tornate in vita e ditemi cosa devo fare per diventare umano.

Tutto d'un tratto ci fu un bagliore di luce.

Ermenegilda corse subito da Rokogue.

Le statue presero vita.

Rokogue :<<Ermenegilda, cosa faccio ora?>>

Ermenegilda:<<Chiedigli come diventare umano>>

Rokogue :<<Sei sicura?>>

Ermenegilda:<<Sì!>>

Ermenegilda:<<Dai, forza , chiediglielo>>

Rokogue: <<Va bene. Buongiorno statue degli scacchi>>

La statua degli scacchi risponde: <<Buongiorno a lei>>

Rokogue: <<Volevo chiedervi come si fa a diventare umano>>

Statua degli scacchi:<<Ah ok, ma sei sicuro che vuoi solo la pozione per diventare umano?>>

Rokogue :<<Sì, sono sicurissimo!>>

Statua degli scacchi:<<Ma sei proprio sicuro di non volere altro?>>

Rokogue :<<Sì>>

Statua degli scacchi:<<E se io ti offrissi tutto l'oro e i soldi del mondo?>>

Rokogue :<<io non li vorrei.>>

Statua degli scacchi:<<E se ti faccio sposare con una di queste ragazze bellissima ,dai, scegline una!>>

Rokogue: <<No ,grazie, troppo impegno, portala di qua portala di là, vai nei negozi di moda, prendi cibi senza calorie e poi è proprio lei che mangia quarantamila calorie.

Troppo  impegnativo e troppo stress.

Non ci tengo.>>

Statua degli scacchi :<<Ok, con queste risposte hai dimostrato di essere fedele e per questo ti do la pozione, a patto che tu mi prometta di essere fedele e di non dire mai niente di tutto questo.

Ce la puoi fare o ti dobbiamo cancellare la memoria di quello che è successo?>>

Rokogue :<<No! Ce la posso fare.>>

Statua degli scacchi :<<Allora va bene.>>

Statua degli scacchi :<<Prendi questa pozione e fai bere a tutti i robot androidi combattenti da guerra, un sorso piccino picciò. >>

Statua degli scacchi:<<Ok?>>

Rokogue :<<Sì! Ok>>

Statua degli scacchi:<<ATTENTO! Non uno più non uno meno .>>

 Rokogue :<<Sì, l' hai già detto>>

Statue degli scacchi:<<sì è vero , lo sto ripetendo, perché fosse chiaro... perché fosse chiaro...>>

Rokogue :<<Oook.>>

Rokogue: <<Allora ci vediamo, alla prossima ciao>>

Statua degli scacchi:<<Alla prossima.>>

 

Rokogue: <<Ma a te non sembra un po' strano? Secondo me gli manca qualche rotella, secondo te?>>

Ermenegilda:<<Ma che dici se sono le persone con più genio che conosci!>>

Rokogue :<<Scusa ma ti posso fare una domanda?>>

Ermenegilda:<<Si ma certo>>

Rokogue: <<secondo te chi sarebbe la persona con meno intelletto?>>

Ermenegilda:<<Fammi un po' pensare ...TU!>>

Rokogue: <<Ma che dici io sono un genio!>>

Ermenegilda:<<Sì sì proprio non sai distinguere nemmeno un uccello da un pesce.

Per questo a mare non prendi mai pesci.>>

Ermenegilda:<<Bene però ora facciamo bere agli altri un po' di pozione>>

Rokogue: <<ok andiamo>>

Ermenegilda:<<va bene>>

Rokogue :<<facciamogliela bere>>

Ermenegilda:<<Sì>>

Ermenegilda:<<dai bevi un sorso >>

Rokogue: <<fatto! Guarda sto diventando umano! Facciamogliela bere subito agli  altri>>

Ermenegilda:<<si si andiamo corri!>>

Rokogue :<<Ragazzi venite subito qua!

 Fate una fila e bevetene un po' tutti>>

Gianmarco 2.0:<<ma che cos'è?>>

Rokogue : <<è la pozione per diventare umani, quella che abbiamo sempre desiderato!!!!!!!!

Ok?>>

Gianmarco 2.0:<<Sì, va bene>>

Ad un certo punto ci fu un'altra luce però più abbagliante

ERANO DIVENTATI UMANI.

Rokogue non sapeva come sdebitarsi con Ermenegilda e

non smise mai di ringraziarla per quello che aveva fatto.

I robot androidi combattenti da guerra iniziarono ad andare sulla terra.

Erano felici e contenti di essere umani e di vivere in pace con gli umani.

 

 

Biografia

 

Sofia Genova è una baby-scrittrice di 11 anni, frequenta la classe quinta della scuola primaria di Villadossola ed ha la passione per gli animali ( ha cinque cani) e soprattutto per i cavalli che cavalca ogni fine settimana all' Ola Ranch. Per due anni ha fatto ginnastica artistica e poi due saggi al teatro <>.

I suoi genitori sono di origine calabrese ed ha un fratello di 16 anni.

L' autrice nelle sue storie racconta di ragazzi che stanno al computer, ai telefonini ecc...per molte ore, creando relazioni virtuali non parlando con persone autentiche, provocando a se stessi del male e rovinando la propria vita interpersonale.

Chi gioca spesso ed ininterrottamente a un gioco, assume comportamenti di dipendenza patologica, aggressività e apatia nei confronti del mondo circostante, anche di coloro che vogliono aiutarlo ed essergli amici. 

In questa storia si sofferma sulla robotica e sull'intelligenza artificiale : "I robot", sostiene Sofia, "non possono essere uguagliati all' uomo, l'umanità è un prezioso privilegio".

L'autrice di Soffiando storie, ha una particolare sensibilità verso i valori dell'amicizia, in una società in cui i ragazzi sono sempre più soli e rinchiusi nelle loro camere a giocare ai video-giochi.

 

 

 

Cerca nel sito