Le riflessioni sulla burocrazia (in Facebook) di Nino Mallamaci

26.02.2017 13:03

IL DIBATTITO SULLA BUROCRAZIA- UNA BREVE RIFLESSIONE (fonte Facebook)

di Nino Mallamaci

L'immagine può contenere: 1 persona, cappello, primo piano e spazio all'aperto

Il dibattito, accesosi soprattutto in questi ultimi giorni, in relazione alla burocrazia e ai suoi difetti, sembra il solito diversivo, la rituale manovra per spostare l’attenzione della pubblica opinione dagli enormi problemi della nostra regione, problemi che una classe politica lontana mille miglia dal popolo e dai suoi bisogni non solo non riesce a risolvere, ma nemmeno ad affrontare.
A livello teorico, nulla da obiettare. Nessun individuo con un minimo di sale in zucca può trovarsi in disaccordo con l’esigenza espressa di smontare il totem della legittimità dell’atto come unico interesse da perseguire, tenendo presente che il fine ultimo dell’attività amministrativa deve essere quello di recare un reale miglioramento nelle condizioni di vita dei cittadini.

Risultati immagini per motta san giovanni

Nel contempo, nessuno può ritenere sbagliato il puntare a meccanismi di misurazione della prestazione che tengano conto di tale esigenza e basati su criteri oggettivi, che non lascino spazi ai capricci basati su simpatia, vicinanza politica o sindacale, grado di fedeltà al capo e/o al proprio referente politico.
Ma la storia della legislazione italiana degli ultimi venti anni, zeppa di norme tese ad azzoppare il modello ottocentesco con iniezioni di aziendalismo e di privatizzazione, ci racconta qualcosa di diverso, e cioè che le tante rivoluzioni teoriche sono rimaste a tale livello, mentre la prassi è rimasta immutata o quasi, quando non è peggiorata.

Risultati immagini per motta san giovanni

Fa specie leggere le forbite e tecnicamente ineccepibili riflessioni di autorevoli esponenti del maggiore partito italiano, nel momento in cui gli enti nei quali quegli stessi soggetti sono magna pars, direttamente o indirettamente, danno quotidiana prova di riferirsi, nell’agire concreto, proprio a quei criteri banditi a livello concettuale.

Fa specie, e anche rabbia, leggere certe dichiarazioni rassegnate da chi è intervenuto a gamba tesa, in qualche caso provocando l’attenzione della magistratura, sui meccanismi di selezione della pubblica amministrazione.
La verità è che, come al solito, tra il dire e il fare non c’è il mare, ma tutti gli oceani messi insieme.

La verità è che in Italia ci sono norme legislative e regolamentari in numero sufficiente per intervenire in ogni ganglio della vita economica e sociale di tutto l’Occidente, rendendo l’utopia della certezza del diritto una consolidata realtà.

Risultati immagini per motta san giovanni

Il problema non è quello di avere norme, in Italia. Il problema è quello di avere norme scritte bene, e soprattutto di applicarle.

Il problema odierno, nella nostra realtà, è quello di combattere la saldatura sempre più forte tra certa politica e certa burocrazia di vertice, un blocco, questo, che non interviene davanti a violazioni eclatanti delle regole da parte dei suoi adepti; gestisce concorsi e incarichi premiando fedeltà e vicinanza; costruisce carriere fulminee di soggetti scarsi di titoli e di preparazione, col risultato poi di assistere, fingendo stupore, a gravi inefficienze che hanno, quelle sì, ricadute estremamente negative sui cittadini.

Risultati immagini per motta san giovanni

Forse suona come una provocazione, ma non lo è affatto, almeno per quanto mi riguarda: io credo che per migliorare le prestazioni (non uso l’inglese per scelta, perché quelli “bravi” lo utilizzano già troppo per gettare fumo negli occhi ai gonzi) della p.a., e per diminuirne il tasso corruttivo, sarebbe bene tornare alle vecchie progressioni di carriera, agli scatti d’anzianità, ai sani automatismi che avevano il pregio di una oggettività immediatamente percepibile: l’età, il tempo che passa per tutti inesorabilmente e allo stesso modo.

Meglio quello, che dare la patente di scientifico a scelte che di scientifico nulla hanno, e che mettono la vita delle persone, dipendenti pubblici e cittadini, nelle mani di pochi arroganti con le tasche piene di denari guadagnati con troppa facilità.
Reggio Calabria, 26 febbraio 2017

 

Nino Mallamaci

Risultati immagini per motta san giovanni

 

Cerca nel sito