Il recupero della memoria storica, i figli illustri di Bruzzano Zeffirio (rc)/Il luminare della chirurgia professor Achille Sicari nel ricordo di Rosa Marrapodi

27.02.2017 23:11

 

27 febbraio 2017     23:36

Posted by Domenico Salvatore

Non poteva trascorrere il mese di febbraio senza ricordare la figura di un nobile figlio di questa terra deceduto tre anni fa 

BRUZZANO  PIANGE IL  FIGLIO SUO PIU' ILLUSTRE, IL PROF. ACHILLE  SICARI

di Rosa Marrapodi

 Risultati immagini per achille Sicari

  Nella foto il professore Achille Sicari

 

Bruzzano Zeffirio piange il figlio suo più illustre, il professore Achille Sicari, deceduto ieri all’Ospedale “Versilia” di Viareggio all’età di 83 anni. Un grande professionista, un grande nome della chirurgia nazionale, il prof. Sicari si laureò nel 1956 a Roma in Medicina e Chirurgia; fu poi a Perugia accanto all’illustre prof. Paride Stefanini e quando la prestigiosa “scuola medica” si divise ed il prof. Stefanini si trasferì a Roma, il prof. Achille Sicari seguì a Pisa il famoso prof. Mario Selli.

Risultati immagini per Ferruzzano

 Foto panoramica di Ferruzzano antico

 

Nel 1969 vinse il Concorso a Primario di Divisione di Chirurgia dell’Ospedale Civico di Carrara, dove prestò servizio fino al 2006, quando andò in pensione. Ha continuato, tuttavia, a lavorare, instancabile ed innamorato della sua professione, in tanti altri ospedali della Toscana e non fino a tempi recenti.

 

Un busto del professore Achille Sicari collocato nella piazza a lui intitolata

 

In occasione della nomina di Primario a Carrara, da Bruzzano Zeffirio, suo paese d’origine, partirono centinaia di telegrammi di congratulazioni, perché tutti i suoi concittadini hanno sentito il bisogno di esternargli il loro affetto ed il loro orgoglio per quella meritata affermazione professionale.

Risultati immagini per Ferruzzano

 Nella foto una panoramica di Ferruzzano Marina

 

Il prof Sicari, infatti, era molto amato in paese, non solo per la sua eccezionale  professionalità e per la spiccata personalità ma anche per le sue grandi doti umane.

Una famiglia, la sua, di medici, di farmacisti e di notai, di apprezzati notabili del territorio reggino e non solo, ma lui era alla mano con tutti; schietto, semplice, naturale, spontaneo com’era, faceva sentire a proprio agio chiunque fosse davanti a lui.

Era legato a Bruzzano Zeffirio, che gli aveva dato i natali nel 1931, dove, in compagnia dell’inseparabile sorella Graziella, veniva spesso a trovare l’anziano padre, l’indimenticato dottore Francesco Sicari, valido medico condotto dalle infallibili diagnosi.

Immagine correlata

Nella foto panoramica la frazione Saccuti del comune di Ferruzzano 

 

Quando si trovava in paese, non era infrequente vederlo passare a piedi per via Marconi, sostare davanti alla casa della sua infanzia, conversare amabilmente con gli anziani che l’avevano visto giocare bambino con i loro figli suoi coetanei.

Grande, carismatico, profondamente umano, per oltre mezzo secolo il prof. Sicari è stato per noi bruzzanesi e per migliaia d’italiani, calabresi, siciliani, meridionali e non, un’ancora di salvezza, un saldo punto di riferimento.

Da quando fu nominato Primario della Chirurgia di quell’Ospedale, Carrara divenne la meta dei viaggi della salute per tutto il sud.

Risultati immagini per Bruzzano Zeffirio

  I resti dell'antica Bruzzano Zeffirio

 

Non più a Milano, non più a Torino, ma a Carrara, da lui, dal prof. Sicari, dal grande chirurgo di Bruzzano, che all’eccezionale bravura sapeva coniugare affabilità e disponibilità di cuore.

Avremmo potuto averlo a Reggio Calabria, agli Ospedali Riuniti, dove il prof. Sicari si era trasferito per qualche tempo con il desiderio di spendere in loco, per la sua gente, la sua elevata professionalità, ma la grettezza dei mediocri lo costrinse, amareggiato, a rientrare a Carrara.

Risultati immagini per Bruzzano Zeffirio

 Nella foto panoramica Bruzzano Zeffirio in provincia di Reggio Calabria

 

Eravamo e siamo orgogliosi di lui, noi di Bruzzano Zeffirio, paesino dell’entroterra jonico reggino, dove il prof Achille ha emesso il suo primo vagito. Dobbiamo tanto a lui, a quell’impareggiabile sicurezza nel formulare diagnosi! Personalmente gli devo la vita di mia figlia.

 Bruzzano Zeffirio (RC) Casa Sicari nel centro jonico della costa reggina

 

Dopo inconcludenti ricoveri in vari ospedali, solo lui, senza neanche visitarla, capì, solo attraverso la mia descrizione dei sintomi del malessere, che cosa avesse la bambina. Infallibile la sua diagnosi!

All’Ospedale di Carrara, negli anni settanta all’epoca di suor Tarcisia - ancora la ricordo! – il prof. Sicari salvò mia figlia, a soli sette mesi di età, attraverso un delicato e complesso intervento di alta chirurgia urologica pediatrica, operando tra ureteri e vescica.

Risultati immagini per Bruzzano Zeffirio

 Bruzzano Zeffirio (RC)-La sede del Comune jonico

 

Per noi, per tutti noi un altro dio, “il dio della medicina”, “l’Ille dixit”delle nostre conversazioni mediche! Ho avuto l’onore di essere vicina di casa della famiglia Sicari sia da bambina che da adulta.

Si andava con Roberta, la bimba da lui operata, a trovarlo, sempre, quando veniva al paese – era contento che andassimo a salutarlo! – incominciava a parlare con lei che studiava medicina, ma finiva la conversazione con me, sindaco di centro – destra, parlando di Berlusconi.

 Bruzzano Zeffirio (RC) Un'immagine del defunto professore Achille Sicari

 

D’estate, poi, teneva lezioni sulla politica del centro – destra ai nipoti, tutti di sinistra, che l’ascoltavano, comunque, in devoto silenzio.

Era il nostro mito, bello, fine, sensibile, elegante in tutto il suo essere persona, il nostro caro, indimenticabile, in quanto grande ed unico, prof. Achille Sicari!

 Risultati immagini per Bruzzano Zeffirio

  Bruzzano Zeffirio (rc) antico distrutto dal terremoto del 1783

 

Sarà ancora il nostro astro, il luminare della chirurgia d’Italia e di Bruzzano Zeffirio, la nostra stella più luminosa che continuerà a brillare là, a ponente, nel cielo di Bruzzano, accanto a Venere, come faro di luce e di speranza.


Rosa  Marrapodi   Bruzzano Zeffirio, 23 febbraio 2014      

   

Bruzzano Zeffirio (rc) La targa indicante la piazza intitolata ad Achille Sicari                                         

Cerca nel sito