Il dolore del giovane Rosario/ Non avrei mai voluto sentire questa notizia così tragica quanto spietata/Tu, che per me eri come un fratello

03.04.2017 06:32

03 aprile 2017      06:35

Posted by Domenico Salvatore

 

In morte di un amico

di Rosario Ligato

In questo momento di profondo dolore mi viene difficile scrivere un pensiero lucido e chiaro, ma te lo devo.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto

Non avrei mai voluto sentire questa notizia così tragica quanto spietata, Tu, che per me eri molto di più di un amico. Tu, che per me eri come un fratello. Io e Te, un rapporto così stretto che solo la morte avrebbe potuto dividere. Ed io, che ancora stento a crederci, in una giornata di fine marzo, dove i progetti erano ben diversi, in uno scenario che ci avrebbe visto sempre insieme, uno di fianco all'altro, giorno per giorno, come in un romanzo che non prevedeva la fine, ma soltanto sorrisi, abbracci, e il continuo piacere di stare insieme. Eravamo uno la spalla dell'altro, sorretti da una passione illimitata per il calcio, uno Sport che ha permesso di conoscerci e che da allora siamo diventati una cosa sola.

Mi piange il cuore pensare di non rivederti, Tu, che per me eri un riferimento.
Tu che mi dicevi tutto, mi hai lasciato senza dirmi niente, ed io Adri, con le lacrime agli occhi ho pregato fino all'ultimo che non fosse vero.
È un dolore così forte che ti lascia svuotato, inerme, spettatore di una Vita che non chiede consigli a nessuno e agisce di conseguenza, portandosi via sempre i migliori. Perché tu eri il migliore, lo dimostrano i tanti attestati di stima che arrivano da tutto il Piemonte. Eri l'amico di tutti, ed è per questo che ti volevano bene. Hai fatto la storia sui campi da calcio, ma prima di essere un grande istruttore eri una grande persona.
Non sai Adri quanta gente mi scrive per sapere di te, hai lasciato un vuoto incolmabile, ed io, da oggi in poi, dovrò fare i conti con la Vita sapendo di non poterti chiamare come facevo ogni giorno.

L'immagine può contenere: 4 persone, primo piano

Rimangono i tanti ricordi che rimarranno custoditi nel mio cuore, consapevole che da oggi in poi niente sarà più come prima.
Grazie per tutto quello che mi hai insegnato, valori prima di altro, e ringrazio Dio per averti conosciuto. Purtroppo il dolore visto da vicino ha un sapore diverso, speri sia un terribile incubo della notte, poi comprendi che è una triste realtà e che il dolore durerà per tutta la vita.
Ciao Adriano, ti porterò sempre con me, e sappi che ovunque andrò, tu sarai sempre accanto a me.
PS Vi aggiornerò per i funerali che probabilmente verranno fatti martedì. Grazie di cuore a tutti per la vostra vicinanza.

Rosario Ligato

Cerca nel sito