Bruno Stelitano, vate di Roghudi, l'ultimo dei mohicani, poeta grecanico riconosciuto e premiato

30.11.2016 22:31

30 novembre 2016    -22:47-

Posted by Domenico Salvatore

 

L'angolo della poesia di Bruno Stelitano, vate di Roghudi

ELA STO’ RIGHUDI

Pedhia, micceddhe
andri ce ghineche,
Elate stin ghora
Tu Righudi
Nà dhorite….
Ce nà cuite
Nà cuite ce nà maddheite
tossa loghucia glicia.
Loghia ti ziinnu
Asce tossu gronu
Ti ta legai i curupappù
I pappù ce i ciurimma.
Loghia ti den pedhanai
Ti mà glenu tin cardia.
Loghia ti cannu martiria
… zzondari.
Asce cino ti ito …
I Ellenichì stin Calavria
Bruno Stelitano (2015)

VIENI A ROGHUDI

Ragazzi, ragazze
Uomini e donne
Venite nel paese
di Roghudi
per vedere….
E per sentire
Per sentire e imparare
Tante paroline dolci.
Parole che vivono
da tanti anni
che le dicevano i bisnonni
i nonni e i nostri padri
Parole che non sono morte
Che ci riscaldano il cuore
Parole che fanno testimonianza
…vivente
Di quello che era
La Magna Grecia in Calabria

Cerca nel sito